Sposarsi in inverno: una scelta di charme, intelligente e conveniente.

Sebbene la maggior parte delle coppie scelga di sposarsi nella stagione più calda per ovvie ragioni, pare che optare per un bellissimo matrimonio invernale stia diventando una tendenza in fortissima ascesa che mi sento di condividere pienamente. Sì, lo ammetto, adoro l’incanto delle nozze invernali, le sue ambientazioni uniche e quell’eleganza silenziosa dalla poetica maestosità. Forti elementi che solleticano la mia creatività dando vita ad un fiume di idee che a stento riesco ad arginare. Ma al di là di questo aspetto puramente personale caratterizzato da visioni ed ispirazioni, volendo andare sul concreto, la scelta non convenzionale di sposarsi in inverno ha dei benefici oggettivi che forse non avevi considerato:

Vantaggio economico: fissando la data tra dicembre e marzo, mesi che ricadono nella bassa stagione e dunque meno gettonati, otterrai più facilmente condizioni vantaggiose sul banchetto. Nel periodo freddo infatti, diminuiscono le richieste e ci sono meno prenotazioni, quindi gli imprenditori del food saranno più inclini a concederti sconti. Anche gli altri fornitori, non essendo oberati di lavoro, saranno più concentrati e disponibili a rispondere in maniera più attenta del solito alle tue richieste.

Maggiore disponibilità di date: il matrimonio invernale ti offre la possibilità di disporre di più date utili per prenotare chiese, municipi, locations o ristoranti, anche con breve preavviso.

Stesso tempo per godersi la festa rispetto ad un matrimonio estivo: nonostante le giornate siano più brevi, scegliendo un orario pomeridiano ad esempio, potresti anticipare il rito e rendere più piacevole l’intrattenimento degli ospiti, offrendo loro un thè o una tazza di cioccolato caldo al tramonto, magari accogliendoli in un contesto che possa esaltare la stagione prescelta, tipo un grande salone di un palazzo signorile, un castello o addirittura una pittoresca baita, possibilmente attorno ad un grande camino, in attesa che abbia luogo il banchetto nuziale.

Nessun timore per le condizioni metereologiche: sposarsi in inverno significa risparmiarsi lo stress di sapere che tempo farà oltre che il piano B. Poco importerà se ci sarà il sole, la pioggia o farà freddo. Tutti saranno preparati al clima invernale (anche tu) e se una spolverata di neve imbiancherà il paesaggio le foto saranno ancor più suggestive.

Atmosfera ineguagliabile: ebbene sì il matrimonio invernale, se ben progettato può dare luogo ad una pura magia. La luce sarà l’elemento preponderante in grado di creare il giusto ambiente. Un trionfo di candele, tea lights, lanterne, giochi di luci scintillanti, accompagnate da composizioni botaniche dagli effetti cromatici ed olfattivi tipici del periodo invernale, saranno le protagoniste indiscusse dell’allestimento regalandoti un tocco straordinario, profondamente romantico e caldo, che i tuoi invitati non dimenticheranno.

Ospiti più disponibili: sposarsi in inverno predispone gli ospiti a vivere con più entusiasmo e rilassatezza l’evento perché grazie alla distanza dalla bella stagione, non avranno la stanchezza di aver partecipato o dover partecipare a chissà quante cerimonie; se poi la data prescelta ricadrà tra Natale e Capodanno, a ridosso dei ponti, ci saranno persino invitati in ferie e saranno ancor più felici di evitare quei problemi pratici e logistici derivanti dalla routine lavorativa.

Temperatura sempre confortevole: a compensare la temperatura esterna sicuramente rigida, ci sarà il calduccio costante della location, contrariamente alle cerimonie estive in cui rischio di morire di caldo è spesso inevitabile, anche in presenza di impianti di condizionamento solitamente, ahimè, senza barriere.

Menu più ricco: la scelta delle pietanze sarà più ampia e potrai optare per cibi insoliti che sarebbe impensabile proporre in estate, ossia i piatti della nostra tradizione come zuppe, brasati, cacciagione, tartufi (accompagnati da vini rossi corposi) e prevedere anche un buffet di dolci arricchito da specialità tipicamente invernali, selezione di cioccolati e praline, gianduiotti e cremini giganti (e qui viene fuori la savoiarda di adozione che è in me), passando dal torrone al panforte.

Più destinazioni per la luna di miele: sposarsi in inverno ti permette di scegliere mete esotiche che in estate sarebbe bene dimenticare onde evitare uragani (leggi il mio articolo "Le interviste di Rita: oggi parliamo di Viaggi di Nozze con Michele Artusa"). Infatti il periodo invernale è ideale per visitare luoghi come i Caraibi, il Sud Africa, le Maldive, l’Australia o perché no, anche un paese nordico come la Lapponia o l’Islanda. Destinazioni incantevoli per vivere una nuova e romantica estate al caldo tropicale o continuare a vivere il freddo tra aurore boreali, acque termali e paesaggi da favola. Il tutto con un risparmio sul costo del viaggio tutt’altro che trascurabile (evitando dicembre).

Più tempo per il viaggio di nozze: per chi sceglie di celebrare il giorno più importante della propria vita nel mese di dicembre, le ferie per chiusura aziendale potranno aggiungersi al congedo matrimoniale allungando la permanenza oltre confine.

Se sei alla ricerca di un’esperienza unica caratterizzata da quel tocco di magia in più, non sottovalutare la possibilità di fissare le tue nozze in inverno. Sarà la scelta giusta per un evento esclusivo e memorabile e se vorrai personalizzarlo con il mio aiuto, svilupperemo insieme un progetto su misura per te rispettando le tue esigenze di stile e di budget. Potrai contare sulla mia esperienza ed attingere alle mie idee che in fatto di matrimoni invernali sanno stupire ancor più, e se hai delle domande da farmi scrivimi! Sarà un piacere conoscerti.

Condividi questo articolo:        

Commenti (00)

Scrivi un commento