Ansia da matrimonio? Come superare la pressione di essere inevitabilmente al centro dell’attenzione.

Può sembrare paradossale, ma posso assicurarti che anche le spose che amano mettersi in mostra e non disdegnano la luce dei riflettori, quelle sicure, autorevoli, che magari dirigono un’azienda e la portano avanti con un piglio da leonesse, molto spesso si sentono “lievemente” sotto pressione solo al pensiero di avere tutti gli occhi addosso nel giorno delle nozze. Effettivamente, uscire dalla propria zona di comfort, dall’ambiente in cui si ha un determinato ruolo, per vestire i panni di una sposa non è cosa da poco. È come mostrare il tallone d'Achille, mettersi in un certo senso a nudo, e per una donna abituata a gestire situazioni molto diverse, questo tipo di stress può innescare ansia e nervosismo, che uniti all’emozione intensa (perché tutte si emozionano!), potrebbero lasciare spazio all' insicurezza.Tuttavia, pianificando con anticipo anche questo aspetto, risulterà più semplice godersi pienamente la giornata anziché sopravviverle. Se ti stai identificando in ciò che hai appena letto, di seguito troverai dei piccoli consigli per superare questo en passe:


· Prenditi cura di te stessa:  Questa regola vale sempre, ma ancor più quando ci si avvicina al grande giorno. Fai esercizio fisico regolarmente, anche se ti sembrerà impossibile trovare del tempo da dedicargli ma è uno sforzo che devi importi perché muoversi scarica tensione, stress e ansia e ti permette quindi di raggiungere uno stato d’animo più rilassato. Contestualmente impara anche le principali tecniche di respirazione, ti saranno estremamente utili.  Altro step molto importante, dai la giusta importanza alla qualità del riposo concedendoti tutte le sere un bagno caldo ed una tisana prima di andare a dormire, e per finire ricordati di mangiare, e nel farlo scegli alimenti sani contenenti proteine e carboidrati complessi e bevi molta acqua. Evita come la peste zuccheri e caffeina perché è molto probabile che peggiorino l’ansia.


· Scegli un matrimonio su misura: Cosa intendo? Un matrimonio cucito sulle tue reali esigenze, che sia perfetto per te ed il tuo partner e che rifletta ciò che desiderate davvero, non ciò che pensate gli altri si aspettino. Se camminare lungo il percorso che ti separa dal luogo della celebrazione è per te un qualcosa di emotivamente insostenibile, ci sono molte alternative originali per arrivarci. Allo stesso modo se un ricevimento da 200 invitati non è nelle tue corde, opta pure per qualcosa di intimo, nessuno potrà dire nulla. Ricorda, non è la dimensione del matrimonio che conta ma il suo significato.

 

·  Pianifica le nozze con largo anticipo: Iniziare a pensare all’organizzazione per tempo è il primo step per contenere l’ansia di non riuscire a fare tutto. Anche i wedding planners più esperti lavorano meglio se vengono assunti almeno 12 mesi prima dell’evento. La pianificazione di un matrimonio infatti è estremamente complessa e non si limita solo alla resa estetica intesa come ciò che è visibile agli occhi, c’è talmente tanto altro dietro le quinte che spesso i non addetti ai lavori se ne accorgono a cose fatte giurando di non averne avuto la più pallida idea.

 

· Visualizza il grande giorno: Dedica qualche minuto della tua giornata a visualizzare il giorno del tuo matrimonio nei minimi dettagli, proprio come immagini quelle belle riunioni al vertice in cui ti prepari in anticipo tutte le risposte alle possibili obiezioni. Inizia a farlo a partire da un paio di mesi prima, chiudi gli occhi e immagina di viverlo in quello stesso momento, è una tecnica infallibile per fa sì che il corpo ricordi ciò che il cervello ha immaginato. In sostanza è come se avessi fatto le prove, una sorta di allenamento. Funziona per gli atleti e potrà funzionare anche per te.

 

· Focalizzati verso l’esterno: Il grande giorno è arrivato, parti pure dal presupposto che sarai perfettamente in grado di gestire la tua ansia.  Eccoti incedere nel tuo abito meraviglioso, tutti saranno concentrati su di te, ma tu indirizzerai lo sguardo sul tuo futuro marito e penserai a quanto lo ami. Vedrai che gli invitati sembreranno un'immagine sfocata e quando la visione tornerà nitida, ti renderai conto che sono lì per festeggiare con voi e non per giudicarvi ed allora non potrai evitare i loro sguardi gioiosi che ti daranno quella sicurezza di cui hai bisogno in questa particolare occasione.

 

E se l’idea di pronunciare le promesse nuziali ti manda nel panico? In effetti questo è un momento che può davvero mettere a dura prova tutte le spose. Forse per aggirare l’ostacolo starai pensando di optare per una formula che ti permetta di dire solo SI’, ma pondera bene questa decisione, potresti pentirtene. Ad ogni modo, se vorrai provarci, esistono dei piccoli trucchi:

 

•   In primis scegli l’officiante giusto: che sia un prete, un messo comunale, un amico o meglio ancora un professionista che lo fa di mestiere (fortemente consigliato per il rito civile e simbolico ovviamente), se riuscirai ad instaurare un buon feeling, con il suo supporto la strada sarà tutta in discesa perché ti sentirai immediatamente a tuo agio.

 

·  Rendi le promesse significative, ovvero Tue e sii spontanea nel recitarle. Sarà più stimolante che leggere quelle tradizionali con la paura di saltare qualche passaggio. Non servirà un trattato ma poche e sentite parole, se è il cuore a parlare non c’è bisogno di copioni!

 

·  Esercitati da subito ad improvvisare ad alta voce e cerca di pronunciare le parole chiaramente e lentamente, fai una pausa alla fine di ogni frase, dicendoti mentalmente “respira”. Questo ti aiuterà a prevenire quel fastidioso nodo in gola che improvvisamente potrebbe impedirti di parlare e ad allentare la tensione.

 

·  Pensa positivo: predisponiti al successo e sentiti sicura del fatto che pronuncerai i tuoi voti come si deve anziché immaginare che tutto vada storto. Il potere della mente è una forza infinita, ma questo è risaputo.

 

E per finire, sappi che al di là di questi suggerimenti, se il mix di emozioni avrà la meglio, un piccolo errore non potrà di certo rovinare una giornata così importante e dunque non fartene una malattia, nessuno lo ricorderà. Prendi tutto con filosofia e ridici sopra, nulla potrà impedirti di vivere la bellezza e l’emozione del coronamento del tuo amore in tutto il suo splendore, neanche l’ansia alle stelle, perché di stella ce ne sarà solo una: TU!



Condividi questo articolo:        

Commenti (00)

Scrivi un commento