L' armadio smart della donna in carriera: i 10 capi must-have.

Sapersi vestire adeguatamente è un prerequisito indispensabile per il successo professionale, perché seppur apparentemente frivolo, anch’esso è un elemento che ci aiuta a rafforzare l’autostima, a credere più in noi stesse, a massimizzare le nostre performances lavorative, oltre a condizionare significativamente la qualità delle relazioni che intavoliamo al lavoro. Purtroppo, ci sono donne che fanno ancora fatica a definire il proprio stile, ad adottare un abbigliamento consono al fisico, alla personalità, all’età ed alla posizione che ricoprono. 

 Da dove iniziare?

Innanzitutto, è molto importante valutare la formalità dell’ambiente di lavoro, anche se al di fuori delle realtà istituzionali in cui è richiesto un dress code estremamente rigido, (tailleurs sartoriali e strutturati, colori scuri etc.), la tendenza attuale è quella di puntare al business casual, una via di mezzo tra l’elegante e l’informale, un particolare stile che reinterpreta il classico look da ufficio strizzando l'occhio alla praticità, rendendo gli outfit molto più attuali, personali, ma soprattutto comodi. Si adatta a chi non ama vestirsi in maniera troppo ingessata ma deve comunque mantenere un certo decoro al lavoro. Questo non significa potersi permettere qualsiasi cosa, anzi.

Partiamo dalle basi:

Cose da dimenticare: un look adatto al contesto lavorativo deve necessariamente non contemplare capi tipo felpe, minigonne, leggins, jeans strappati, abiti troppo corti ed eccessivamente scollati o aderenti, shorts, sandali improbabili, trasparenze con intimo a vista.

L’abbinamento dei colori: mai più di tre e mai tonalità diverse dello stesso colore. Preferire nuances ben definite, bandire i colori shock e le fantasie troppo vistose.

La qualità di ciò che si indossa: spendere in abbigliamento è un vero e proprio investimento sull’immagine, ma sappiate che vestire griffato non è sempre sinonimo di qualità, ecco perché potendo scegliere, a parità di prezzo sarebbe preferibile optare per il sartoriale. Al di là di questo, orientarsi su capi di fascia media senza svenarsi, oggi con l’avvento degli outlet fisici ed on line si può, basta avere occhio, un minimo di gusto, una conoscenza basica dei tessuti e l’abilità di saper selezionare bene gli acquisti.

Comunicare noi stessi: impegniamoci a veicolare un’immagine gradevole e coerente perché ciò che comunichiamo con le parole potrebbe essere sbugiardato dal modo in cui ci proponiamo visivamente agli altri. Un abito o un accessorio inappropriato potrebbero, in sintesi, svilire la nostra sostanza, teniamolo a mente!

 

Ma torniamo al punto, quali sono i 10 capi irrinunciabili che una donna d’affari deve necessariamente avere nell’armadio per apparire professionale ma anche chic e moderna?

Il tailleur: Sebbene il completo giacca e pantalone/gonna a tinta unita sia spesso considerato noioso e banale, in realtà rimane sempre un classico dall’eleganza incontestabile caratterizzato da un sapore di emancipazione femminile che lo rende quasi un simbolo. Dal nero, adatto per ogni occasione, alle altre cromie, con il tailleur si va sempre sul sicuro.

La gonna a tubo al ginocchio: si adatta a tutte le forme del corpo, tanto da regalare una linea armoniosa ed estremamente sexy e femminile. Indossabile sia di giorno che di sera, è perfetta sia per occasioni formali che informali (dipende dal colore e a cosa la abbiniamo), ma è importante non sia troppo fasciante al fine di evitare l’effetto stoccafisso e consentire quindi i movimenti.

Il pantalone nero a sigaretta: altro capo super versatile in grado di vestire qualsiasi silhouette consentendo di ottenere dei look raffinati e comodi il cui grado di eleganza e formalità sarà definito, neanche a dirlo, dagli accessori che si sceglieranno.

La camicia bianca: un evergreen in mille varianti, è il vero passe par tout per tantissimi look. Casual con un paio di jeans, elegante sotto un tailleur, è un capo davvero indispensabile.

La T-shirt bianca: la base, un pezzo semplice ed essenziale, facilmente abbinabile, sta bene a tutte, fresco, pratico, e spesso non compreso appieno perché ritenuto troppo sportivo. In realtà, una t-shirt bianca può essere indossata anche in contesti più seri come un ufficio, mixandola con capi dai tagli sartoriali ed accessori rigorosi. In questo modo l’outfit non perderà raffinatezza ed eleganza.

Il tubino nero: l’abito degli abiti, inventato negli anni ’20 da Coco Chanel resta ancora l’icona indiscussa dello stile, adattabile a qualsiasi occasione. Quando non sappiamo proprio cosa indossare, “le petite robe noir” ci verrà sempre in soccorso!

Il blazer blu: rappresenta senza dubbio uno dei migliori investimenti che una donna possa fare trattandosi di un capo destinato a non passare mai di moda. Ideale quando vogliamo dare un tocco di classe ad un outfit, senza sembrare eccessivamente formali, ma risultando comunque chic e femminili.

I jeans: comodi, glamour e senza tempo è impensabile rinunciarvi perché tra i tanti modelli di certo ce ne sarà uno in grado di valorizzare il nostro fisico e dunque averne almeno uno a portata di armadio per comporre i più svariati dressing, permettetemi di dirlo, è obbligatorio!

Il trench: il primo capo spalla dal tocco british indispensabile in ogni guardaroba che si rispetti. Che piova o splenda il sole, che si tratti di un’occasione formale o informale, questo impermeabile a doppio petto con cinta in vita sarà un capo salvavita per le mezze stagioni, ma attente a non sbagliare il colore!

Il cappotto: anche questo non può mancare nell’armadio di una donna in carriera, e guai a dire “ho il piumino”, non è affatto la stessa cosa. Elegante e sofisticato, forse la difficoltà è saper scegliere il taglio e la lunghezza più adatti ad esaltare la figura onde evitare l’effetto goffaggine.

 

Se possedete almeno il 70% dei capi sopra elencati, significa che il vostro guardaroba è quasi pronto per offrirvi le giuste opzioni finalizzate a conferire al vostro look una marcia in più. Cosa manca? Pronte per dedicare qualche ora della vostra impegnatissima vita allo shopping e completare la lista?

 

Condividi questo articolo:        

Commenti (00)

Scrivi un commento