02 / 04 / 2019

Matrimonio in vista? Come conciliare lavoro e preparativi senza perdere la testa.

Se pensi che la pianificazione del matrimonio possa essere un lavoro a tempo pieno, ti capisco benissimo! Tutte quelle telefonate, e-mail, giri in lungo e in largo spesso a vuoto, trattative con i fornitori successive alla precedente scelta, preventivi da valutare, contratti da sottoscrivere, e molto molto altro. Un vero e proprio stress vero? Effettivamente per i wedding planners professionisti è davvero un lavoro a tempo pieno, certamente non facile e di grande responsabilità, ma non stressante, altrimenti cambierebbero mestiere! Quindi perché le coppie che lavorano 8 ore al giorno dovrebbero aggiungere altre incombenze agli impegni quotidiani della loro vita? È uno dei grandi misteri dei nostri tempi che ad oggi non trovano una risposta sensata, sebbene la tendenza a rivolgersi agli esperti dell’organizzazione stia via via iniziando a prendere piede anche tra coloro che giuravano di non averne bisogno. Considerando che il congedo matrimoniale per i preparativi non è ancora contemplato da nessuna azienda, e prendersi un’aspettativa sarebbe davvero sciocco e deleterio per la carriera, nella vana attesa che le cose cambino, vorrei darti qualche consiglio per renderti la vita più facile anche nell’ottica di tenerti stretto il lavoro e far sì che sia ancora lì quando rientrerai dalla luna di miele.

Tieni le due cose separate:

Non commettere l’errore di dedicare del tempo ai preparativi durante l’orario lavorativo, è sbagliato! Una cosa è mandare un paio di mail ai fornitori o fare una ricerca su Pinterest durante la pausa pranzo, tutt’altro è perdersi per ore nella pianificazione, sottraendo tempo alle tue mansioni effettive. Ne andrebbe della tua reputazione, perché prima o poi verrai colta in flagrante e giustamente il tuo datore di lavoro nella migliore delle ipotesi ti ricorderà che ti sta pagando per fare il tuo lavoro, ed anche la salute ne risentirebbe in termini di accumulo di inutile stress derivante dalla sovrapposizione degli oneri. Piuttosto, stabilisci settimanalmente quando dedicarti alla pianificazione del matrimonio, che so, un’ora al giorno dopo il lavoro, un po’ di più durante il week end. Tenendo le due cose separate sarai sicuramente più efficiente su entrambi i fronti.

Risparmia per tempo i giorni di ferie:

Fissa con il giusto anticipo la data delle nozze in modo da poter accumulare qualche giorno di ferie extra al congedo matrimoniale (se sei una lavoratrice dipendente). Ti saranno utili per incontrare i fornitori e dedicarti a tutte quelle attività che necessitano della tua presenza fisica e di una disponibilità non a tempo, inclusi i momenti di relax che vorrai concederti. Nel fare ciò, non sentirti in colpa per il tempo che stai sottraendo al lavoro, sono ore che ti spettano da contratto (qualora ne abbia uno) e a maggior ragione, quando si dedicano a qualcosa di così importante come l’organizzazione del matrimonio, non c’è motivo migliore per utilizzarle, anche se ti avverto, non saranno sufficienti.

Dividi le incombenze con il partner in modo equo.

Forse starai storcendo il naso perché convinta del fatto che debba essere la futura sposa ad occuparsi di tutto, ma non è così.  Ci sono molti motivi per cui tu e il tuo partner dovreste condividere il carico degli impegni durante la pianificazione del matrimonio, uno dei più importanti è che se non lo farete, uno dei due sarà costretto, per forza di cose a trascurare il lavoro e dunque mantenere i due ambiti in equilibrio risulterà pressoché impossibile, con tutte le conseguenze del caso, litigi, discussioni, rancori inutili, oltre che problemi con l’azienda per cui si lavora.  Nessuno dei due dovrà mettere in gioco il posto di lavoro per dedicarsi ai preparativi, né l’obiettivo principale di questi ultimi: apprestarsi ad essere sposati, è fuori discussione! Sostenersi a vicenda, rafforza la relazione, permette di coordinare al meglio due teste per ragionare ed agire in maniera più costruttiva, rendendo tutto molto più semplice e meno pesante.

Limita le scelte:

Il modo migliore per evitare di perdere tempo prezioso, ed entrare in confusione è limitare le scelte. Evita per quanto possibile di scandagliare tutto ciò che il web ti offre digitando il termine “matrimonio”, troverai una mole di “ispirazioni” talmente vasta da risucchiarti in un vortice di insicurezza ed indecisione fino a venirne sopraffatta.  Altra pratica deleteria, entrare a far parte dei gruppi spose sui vari social. Ti troveresti ad interagire con fornitori pronti ad intercettare in maniera selvaggia le tue richieste proponendoti di tutto e di più o ancor peggio con future spose che, non avendo alcuna competenza in fatto di matrimonio, sono inattendibili. Stessa cosa dicasi per le già sposate che vorrebbero portare la loro “unica” esperienza per dispensare consigli. Ogni sposa è diversa, nell’essere, nel gusto, nelle aspettative, culturalmente, e dunque non caveresti un ragno dal buco se non il caos. Prenditi un paio di ore per te, e cerca di immaginare come dovrebbe essere il giorno delle tue nozze in ogni dettaglio e raccogli attraverso una serie di immagini la tua visione, mantenendo il focus sullo stile prescelto con determinazione. Solo così potrai concentrare le tue ricerche su ciò che ti piace e ritieni davvero importante, senza influenze esterne, così da ottimizzare tempo, denaro e sforzi.

Assumi un professionista se puoi.

Ci sono persone così prese dal lavoro e concentrate totalmente sul raggiungimento degli obiettivi personali di carriera, che, anziché dedicare il poco tempo disponibile ad impazzire per i preparativi, magari preferirebbero concedersi dei momenti di relax. Questo non è sempre sinonimo di disinteresse, spesso è semplicemente una questione di priorità e di mancanza oggettiva di tempo e risorse da dedicare ad aspetti che esulano dalla normale routine già di per sé impegnativa.

Se ti identifichi in questa descrizione, mai come in questo caso, valutare l’opzione di avvalerti del prezioso supporto di un wedding planner sarebbe per te una vera necessità e non un lusso. Sarà il tuo professionista di fiducia ed unico interlocutore con cui pianificare e gestire il matrimonio che hai sempre immaginato. Ti stupirai del fatto che aldilà di organizzarti il tuo giorno in maniera impeccabile, dando vita alle tue idee ed ai tuoi desideri sulla base del tuo stile e delle tue reali esigenze, ti aiuterà soprattutto a mantenere in perfetto equilibrio qualità di vita - lavoro - tempo libero - relazione con il partner, ed affrontare i giorni che ti separano dal Sì in tutta tranquillità. Non dovrai preoccuparti di nulla, se non degli aspetti più emozionanti ed entusiasmanti, perché sarà tutto sotto controllo ed avrai fin da subito la certezza del risultato, evitando i disorientamenti e le brutte sorprese che il “fai da te” potrebbero riservarti.

Condividi questo articolo:        

Comments (00)

Post a comment